Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Serata culturale italiana al Consolato con la musica di Herwarth Böhmer e le fotografie di Con’n’Cip

Data:

05/09/2019


Serata culturale italiana al Consolato con la musica di Herwarth Böhmer e le fotografie di Con’n’Cip

Il 31 agosto 2019 il Consolato d’Italia a Dortmund – o meglio il cortile all’aperto – è diventato la location di una serata culturale italiana, in cui i numerosi ospiti presenti hanno potuto assistere al concerto di Herwarth Boehmer & Band, con cui è stato presentato il CD “Parla la lingua italiana”, e alla presentazione del nuovo progetto fotografico "Electric Flows", del duo di fotografi italiani Con’n’Cip.

Oltre che per la validità dei progetti musicali e fotografici presentati, i circa 150 ospiti sono stati sorpresi dall’inusuale location: il tetto dei garage fungeva da palcoscenico dei musicisti e le saracinesche dei garage da sfondo per le opere fotografiche. Il Console Franco
Giordani ha presentato la serata, rivolgendo il suo indirizzo di saluto ai presenti e facendo il punto della situazione a distanza di 3 anni dal suo arrivo a Dortmund. 3 anni in cui sono state introdotte numerose novità riguardanti sia l’erogazione dei servizi consolari che la promozione dell’arte e della cultura italiana. E a proposito di promozione della cultura italiana, il Console Giordani ha presentato agli ospiti il CD “Parla la lingua italiana”, che è poi stato distribuito ai partecipanti.

img 20190903 wa0000

Il Console Franco Giordani (sinistra) con Herwarth Böhmer

La manifestazione è proseguita tra le note musicali di Herwarth Böhmer, di professione oftalmologo, per passione cantante. Böhmer canta in italiano, la lingua che ha scoperto e imparato grazie ai suoi studi in medicina e chirurgia all’Università degli Studi di Torino. In Italia Böhmer si avvicina al genere musicale delle chanson italiane, alla musica pop e in generale scopre questa sua grande affinità con la musica italiana, in particolare con il genere musicale delle chanson (Paolo Conte, Lucio Dalla, Francesco de Gregori, Pino Daniele, più tardi Vinicio Capossela, Piccola Orchestra Avion Travel). Il suo primo disco viene registrato in italiano e in tedesco, “Fin dove” e “Wie weit”, mettendosi alle spalle il terreno sicuro delle cover dei musicisti italiani che, grazie alla sua voce profonda con il timbro caldo, sono perfette per il lui. "Questo è un formato completamente nuovo, anche musicalmente, con chitarra, bandoneon, violoncello” – afferma il cantante.

img 20190903 wa0002

Herwarth Böhmer

Böhmer chiama le sue ballate, canzoni d'amore e pezzi blues, perché, come spiega il cantante, “raccontano storie e suscitano nella testa “Kammerspiele”. Ne fanno parte dei pezzi toccanti come quello che racconta dell'essere padre ("Il miracolo"), è pieno di ballate di poesia saggia ("Le stelle nel firmamento brillano soltanto a chi riconosce anche la strada") e i toni critici nel tempo ("Chi per favore, lo dice?"). L'italiano è in sintonia con il tono di voce sorprendente per la statura magra del cantante. Come la musica e la medicina, l'Italia appartiene alle sue passioni. Da quando ha vissuto in Italia è stato accompagnato dalla scioltezza italiana, dalla lingua e dall’espresso.

265 dsc06976

Una delle opere esposte da Con'n'Cip: "Diagonali"

La serata culturale è stata arricchita dalle opere fotografiche del duo italiano Con’n’Cip, che hanno presentato per la prima volta il loro nuovo progetto "Electric Flows", ciclo di fotografie che mettono in risalto la magia dei colori. “Electric Flows è un progetto puramente estetico, – dichiarano i due all’unisono – ci siamo soffermati sui più svariati punti luce che illuminano le nostre città, le strade, i parchi. Abbiamo catturato i vari colori dell’illuminazione, cercando di “disegnare” con le nostre fotocamere delle forme geometriche inusuali, trasformando in linee e figure geometriche irregolari ciò che al nostro occhio appare puntiforme, dando vita a ciò che ci piace definire flussi elettrici, perché questi flussi, queste linee colorate vengono create grazie all’energia..elettrica e non solo. Ci piace molto la sperimentazione, che in effetti ha caratterizzato la nostra formazione”.

dsc06019

Con'n'Cip

Con’n’Cip, infatti, hanno avuto una formazione da autodidatti, si sono influenzati a vicenda e i primi risultati si palesano nel marzo del 2017, quando espongono per la prima volta e lo fanno con il ciclo "Deep Surfaces" nel Salone del Consolato d’Italia a Dortmund. Lo stesso progetto viene poi riproposto alla manifestazione artistica Vinarte a Salerno nell’aprile del 2018 e dopo mochi mesi (settembre 2018) in una personale esposta al Museo Diocesano di Salerno.

Anche in questa occasione, così come nelle altre manifestazioni culturali, sono state proposte ai numerosi ospiti tedeschi e italiani delle specialità culinarie tipiche italiane, per rendere quanto più totale possibile il progetto di promozione della cultura italiana in Germania.

Di seguito altre fotografie della serata:

dsc06012

dsc05994

img 20190903 wa0003

img 20190903 wa0004


319