Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Le regine di Saba incantano Dortmund

Data:

11/02/2019


Le regine di Saba incantano Dortmund

Il vernissage “Storie. Segreti. Volti” dell’artista Alessandro Chiodo ha dato il via alle “settimane internazionali” dell’ Auslandsgesellschaft (Istituto per le Culture straniere N.d.T.). I visitatori sono attesi da un’esplosione di colori.

dsc08097

I volti delle donne guardano gli spettatori. Insistentemente. Misteriosamente. L’origine e l’età delle donne sono difficili da definire. L’artista che risiede a Münster espone all’Auslandsgesellschaft 15 dipinti creati negli ultimi tre anni. Si tratta della sua seconda esposizione nella metropoli della Vestfalia, già nell’autunno 2017 aveva esposto le sue opere al Consolato d’Italia a Dortmund. Il Console Franco Giordani aveva apprezzato così tanto i suoi quadri da proporre all’associazione tedesco-italiana di celebrare l’anniversario dell’associazione internazionale con il vernissage. I quadri sono piaciuti molto anche allo scrittore di Dortmund, Dieter Jaeschke. “Questi colori intensi mi hanno davvero entusiasmato” ha affermato il giornalista di 49 anni. Mi ricordano il Messico, dove ho vissuto quattro anni. Colori forti nel sole scintillante: indaco, cobalto, magenta, verde fluorescente. Ho avvertito la sensualità di Frida Kahlos e Diego Riveras e la pace dei sensi di un caldo giorno d’estate nel Pacifico. L’autore Jaeschke insieme al Dr. Giovanni di Stefano, docente di romanistica dell’università di Münster, ha pubblicato un libro sugli ultimi lavori di Chiodo. Il giornalista ha letto alcuni passi dal libro durante la mostra, mentre gli ospiti osservavano i volti delle donne e facevano le loro associazioni con altri autori del passato.

dsc08055

I ritratti in formato grande sembrano raffigurare il superamento dell’eterno conflitto tra l’astratto e il figurato. Gli appassionati d’arte s’interrogano sullo stile di Alessandro Chiodo. L’artista di 45 anni afferma: “in Italia ho effettuato studi classici artistici e ho studiato all’Accademia delle Belle Arti a Carrara e a Venezia. Se ci si occupa intensamente dei capolavori del Rinascimento si diventa un pittore realista. Mi sono poi occupato anche degli Espressionisti tedeschi e adesso i miei lavori rispecchiano entrambi gli stili.” Dal 2011 Chiodo risiede e lavora nella Vestfalia, l’amore l’ha portato a Münster e anche suo figlio di 10 anni vive lì.

dsc08023

Jaeschke ha affermato, inoltre, che “le opere dell’artista sono indubbiamente influenzate anche dalla sua patria, la Liguria, regione in cui la natura e i colori regnano sovrani” Anche l’artista Chiodo riprende i toni di ocra e arancione nelle loro numerose sfumature e il turchese e il blu elettrico come fonte di ispirazione e gioia.

dsc08051

Dopo gli indirizzi di saluto, Dieter Jaeschke recita ancora alcuni passi scelti dal suo libro. “Una bellezza dalla pelle scura mi guarda. Lo sguardo è molto intenso, il naso e le labbra molto notevoli e le sopracciglia molto marcate. Sul capo si eleva…cosa? Una chioma luminosa? Un copricapo maestoso? Soltanto un turbante? O anche un campo energetico pulsante? Attorno al volto di queste donne affascinanti si arrampicano ramoscelli verdi e blu, leggermente curvi, che distorcono la forma del tempo e dello spazio. E improvvisamente avviene l’associazione. È questo lo sguardo della regina di Saba?” Alcuni di questi sguardi sono in mostra all’Auslandsgesellschaft.

Testo: Teo Alexander Fabian – traduzione d’ufficio

Fotografie: Vincenzo Manzo

dsc08081

dsc07990


289